Pages

Labels

lunedì 25 novembre 2013

AtelettasieErossoCongo

Jack Vettriano

Ti aspetto, col cuore in gola.
Ti aspetto perchè da due anni mi permei e adesso sento la mancanza.
Ti aspetto in questo spazio minuto, su queste pagine che mi parlano di TNM e di atelettasie.

Poichè sono una delle figlie più sgargianti della ciclotimia, finisce che spesso cammino sul bordo delle cose e della vita. E tu mi reggi, cazzo. Da due anni. Bestemmiando e pregando, mi reggi.

Sono senza sonno e senza sangue, in combutta con le mie passioni ed i miei doveri.
Ma io ti Amo.

E sorridi pure, fiore mio. Però questo cuore e questo Vettriano, sono esattamente per te.

13 commenti:

  1. Oddio...bimba.
    Sangue e viscere.

    RispondiElimina
  2. "Poichè sono una delle figlie più sgargianti della ciclotimia, finisce che spesso cammino sul bordo delle cose e della vita.", è BELLISSIMA, davvero. L'ho riletta quattro volte almeno.
    Grazie per il dipinto.
    Ti abbraccio forte

    RispondiElimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  4. vabbè, ma non dovevi farlo capire così a tutti.... :-)

    RispondiElimina
  5. Bella questa concentrazione nel spogliarla....

    RispondiElimina
  6. Fuoco e fiamme :) Davvero intensa ;)

    RispondiElimina
  7. wow che intensità! Ti aspetto da me ed intanto sono una tua followers così non perdo il tuo blog. :)

    RispondiElimina
  8. L'atelectasia di un organo è la sua mancata distensione.
    Scopro ora il significato di questo vocabolo.

    Allora l'Astrolabio ti tiene ancora tra sue braccia...
    :)

    RispondiElimina
  9. Quadro bellissimo...adatto alle parole...

    RispondiElimina

Leggere è una forma sofisticata di ascolto. Grazie, anche per le tue parole.

 

Blogger news

Blogroll

About