Pages

Labels

mercoledì 20 marzo 2013

Abbi Dubbi

Joan Jett

Ho avuto ettolitri di dubbi, nella mia gramavita - vitagrama.
Il primo dubbio iperbolico me lo sbatterono davanti i miei.
Dovevo decidere come chiamare o non chiamare la sorellina.
Bah, a quattro anni son begli affari.

Il secondo venne fuori sugli otto. Violino o Pianoforte. 
Violino.
Forse per il suono, forse perchè il maestro era più gnocco. 
[ero già abbastanza sveglia, tocca ammetterlo.]

Il terzo nonmeloricordopiù.

Il quarto fu il futuro.
Dopo la parentesi dell'astronauta, poi della maestra e poi della cantante rock, mi feci rapire dallo spot della swatch sul primo trapianto di cuore.

E scelsi di voler fare il chirurgo.

E finisce che, dopo 10 anni dalla scelta, nel chiuso degli striminziti spogliatoi delle donne, mi guardo allo specchio in divisa verde e mi commuovo.
Sono tutta tosta e tutta scena, signori.

Buona serata

16 commenti:

  1. Un blog davvero interessante!
    Bel modo di scrivere e un piacevole ascolto da parte di chi legge. :)
    Grazie per la visita e per esserti unita ai miei lettori..lieta seguirti.
    Buona giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, sei gentile.
      Ti aspetto da queste parti :)

      Elimina
  2. Se sei come ti autodefinisci nell'ultima frase del post sei un medico atipico. Ma il verde ti dona.
    Da medico a medico. Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so quale sia il mio livello di atipia, nè tanto meno so quanto i verde mi doni o mi sbatta.
      Però ti ringrazio per lo spunto di riflessione, futuro collega.

      Ps. Vorrei leggerti ma me lo impedisce. Come posso?

      Elimina
  3. hahahaha
    cavolo complimenti!!!
    continua così...

    i love rock n' roll so put another dime in the juke box, baby

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, benvenuto per queste lande.
      Ma comunque, perché complimenti? :O

      Elimina
  4. almeno hai scelto un bel nome a tua sorellina? :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho voluto che la chiamassero come la mia amica del cuore :) ed è stata una vera fortuna che il suo nome fosse Gaia e non Ermenegilda ;)

      Elimina
    2. Ho voluto che la chiamassero come la mia amica del cuore :) ed è stata una vera fortuna che il suo nome fosse Gaia e non Ermenegilda ;)

      Elimina
  5. sei dolcissima, invece. ti aspetto ancora tesoro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei Buona. Ripasserò con piacere :)

      Elimina
  6. i complimenti perchè medicina non è facile :-)

    RispondiElimina
  7. Ribadisco i complimenti dopo la lettura del secondo post! :D
    MI STRAPIACE!

    http://pensierinviaggioo.blogspot.it

    RispondiElimina
  8. Risposte
    1. Naaaa, dà sul verde bandiera, da queste parti ;) comunque non saprei, so solo che mi sballa come null'altro.

      Elimina

Leggere è una forma sofisticata di ascolto. Grazie, anche per le tue parole.

 

Blogger news

Blogroll

About